Foto di  Adriano MAscherin

Nel mese di Agosto 2017, approfittando di un periodo di relativa tranquillità estiva, in compagnia della mia nuova chitarra "Chatelier" (tavola in abete Svizzero, fondo e fasce in legno "Ziricote" - Messico) ho deciso di registrare brani che da troppo tempo attendevano di essere dati alla luce.

 

Il carattere sonoro, terso e cristallino e al tempo stesso già ampio e corposo di questo giovane strumento, mi hanno ispirato l'immagine che è andata poi a concretizzarsi nel titolo del progetto, "Cristalli".

 

Stimolato dall'idea che se volessimo provare a descrivere la musica potremmo solo prendere come esempio la luce perchè solo lei può toccare noi, mi sono messo alla ricerca di immagini che potessero rappresentare visivamente questo concetto. E' così che mi sono imbattuto nello splendido lavoro di Adriano Mascherin, un fotografo dotato di grande sensibilità e immaginazione creativa con il quale, da allora, è iniziata una profiqua collaborazione artistica.

 

Il video costruito sulle note di "Cristalli d'Aria" è un esempio concreto che testimonia la maestria dell'autore di queste immagini nel saper catturare attimi in movimento provenienti dalla natura circostante o dalla creazione di mondi fantastici da lui creati; gli "Universi Minimi", e il felice connubio che esalta (a mio gusto e parere) dando immagine al suono, ciò che da sempre cerco di trasmettere con le mie composizioni: storie ed immagini.

° ° °

Tutti i brani sono composizioni originali suonate con chitarra acustica dei fratelli "Chatelier" tranne il brano "A mia Madre" suonato con chitarra classica "Carlo Raspagni" (1977)

LogoAM.png

 adrianomascherin

Elixir-350.png
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now